Linee Guida Gestione Varianti Sottomisura 19.2

Linee Guida per la gestione procedurale delle varianti per interventi Sottomisura 19.2

Si comunica che con 

 sono state approvate le Linee Guida relative alla gestione procedurale delle varianti per la Sottomisura 19.2 – Sostegno all’esecuzione degli interventi nell’ambito della strategia SLTP, destinata ai GAL pugliesi.

Principi generali:

    • ogni variante deve essere motivata;
    • non sono considerate varianti al progetto originario le modifiche di dettaglio o soluzioni tecniche migliorative, purché contenute in una limitata percentuale di spesa da definirsi nell’ambito delle disposizioni attuative del PSR/SSL, come ad esempio i cambi di preventivo, purché sia garantita la possibilità di identificare il bene e fermo restando la spesa ammessa in sede di istruttoria, oppure la modifica di attrezzature o macchinari rispetto a quelli indicati nella domanda di sostegno con altri aventi caratteristiche tecniche e funzionali similari o comunque coerenti, giustificati e congrui rispetto al piano di investimento approvato (adattamento tecnico – par. 6 Allegato a);
    • la variante non può causare un aumento dell’importo concesso; pertanto, qualora la variante approvata dalla SR/GAL comporti un incremento del costo totale dell’investimento ammesso cui la stessa si riferisce, la parte eccedente l’importo originario è a totale carico del beneficiario e sarà parte integrante dell’oggetto delle verifiche che saranno realizzate anche ai fini dell’accertamento finale tecnico-amministrativo sulla regolare esecuzione dell’intervento;
    • non sono ammissibili varianti che comportino una riduzione della spesa superiore al 40% rispetto a quella ammessa a finanziamento e che, comunque, comportino modifiche agli obiettivi e ai parametri che hanno reso l’iniziativa finanziabile;
    • le varianti che comportano il mancato rispetto delle condizioni di ammissibilità non sono ammissibili;
    • la variante non può in nessun caso essere concessa oltre 180 giorni antecedente la data stabilita per l’ultimazione dei lavori;
    • la variante non deve comportare una variazione della data di ultimazione dei lavori.

Sono disciplinate le seguenti tipologie di varianti:

  • Variante progettuale di importo superiore al 10%;
  • Variante per cambio sede intervento ;
  • Variante per cambio beneficiario ;
  • Variante per economia di progetto/gara;

Il documento completo è liberamente scaricabile da questo link:

Si invita i beneficiari e i tecnici a leggere e seguire scrupolosamente le Linee Guida Regionali succitate al fine di non incorrere in errore durante la fase di realizzazione del progetto di investimento approvato.

Nota

Qualora la variante determini cambiamenti delle procedure autorizzative rispetto al progetto originario (ad esempio, richiesta di ulteriori pareri e/o nulla osta), il GAL si riserva, a proprio insindacabile giudizio, di autorizzarla previa valutazione delle concrete possibilità di rispetto dei tempi di realizzazione del progetto.

Come previsto dalle Linee Guida Regionali “Gestione procedurale della Varianti”, il GAL ha definito per ogni intervento a bando il dettaglio della documentazione da allegare per ogni “tipologia di variante”. La richiesta, corredata della documentazione prevista, deve essere inviata al GAL a mezzo PEC all’indirizzo galdauniarurale2020@pec.it .

Interventi 3.1 e 4.2

La documentazione da allegare alla domanda di variante è visionabile dalla